Weekend impegnativo in Repubblica Ceca per il team Outdo TPR Pedercini

 In Notizie

Il team Outdo TPR Pedercini è tornato in azione nel round del campionato mondiale FIM Superbike che si è disputato presso l’Autodromo di Most in Repubblica Ceca questo fine settimana, con i piloti Loris Cresson, Jayson Uribe e Johan Gimbert che hanno ancora una volta tenuto in alto la bandiera della loro squadra.

L’Autodromo di Most, una novità per la maggior parte dei piloti, ha rappresentato una nuova sfida per i tre piloti, con la pioggia che il venerdì ha limitato le prestazioni di tutti e tre. Tuttavia, passo dopo passo, il # 84, # 14 e # 7 sono stati in grado di qualificarsi comodamente per le loro rispettive gare, compiendo significativi miglioramenti durante tutto il weekend.

Nel Worldsbk, la delusione è stata doppia in gara1 per il debuttante Jayson Uribe che è caduto, così come Loris Cresson, mentre era in piena lotta per la zona punti. La domenica ha portato risultati migliori ad entrambi i piloti, che sono stati in grado di concludere nei primi venti nella gara “Sprint”, mentre in gara 2, Loris ha concluso diciannovesimo, con Jayson ventunesimo.

Nel WorldSSP300, il giovane francese Johan Gimbert ottenuto P23 e P22 nelle due gare di quattordici giri ciascuna. Ora attende con ansia la sua gara di casa in Francia, che sarà la prossima sede delle gare della SuperSport 300.

Loris Cresson:
“Abbiamo perso una sessione completa il venerdì e questo ci ha creato delle difficoltà, ma nella prima gara ho fatto una buona partenza e sono riuscito a combattere con diversi piloti. Il mio ritmo era buono ed ero in zona punti ma poi sfortunatamente sono caduto. E’ stata la mia prima caduta dell’anno e sono rimasto deluso anche perché non ho capito il motivo della mia caduta, ma purtroppo è andata così. Nella Superpole race abbiamo provato qualcosa di diverso, che però non ha fatto una grande differenza. Non siamo riusciti a tenere un buon passo in gara 2, ma stiamo continuando a migliorarci. Dobbiamo continuare a lavorare per far segnare dei tempi migliori, perché quando sono costantemente veloce posso conquistare dei punti per la classifica. La squadra ha lavorato duramente come sempre e ora andremo di nuovo in Spagna.”

Jayson Uribe:
“Purtroppo sono caduto in gara1 come è successo anche a Loris. Stavo bene e così anche la mia moto, ma abbiamo fatto un passo in avanti ed il mio ritmo, considerando il poco tempo trascorso su questa moto, non è stato male. In gara mi volevo concentrare sull’eliminare i miei errori, ma purtroppo sono caduto. Gara 2 è andata decisamente meglio e non posso davvero lamentarmi. E’ stato tutto una scoperta ed ho imparato davvero tanto. Non potrò mai ringraziare abbastanza il team di Outdo TPR Pedercini per l’opportunità di unirmi a loro e non vedo l’ora di tornare in pista in Spagna tra una quindicina di giorni.”

Johan Gimbert:
“È stata una gara molto difficile, soprattutto perché ho fatto fatica nelle qualifiche. Sono partito bene ed ho superato alcuni piloti nella prima variante, e sono stato in grado di lottare nel gruppo di metà classifica. L’assetto della mia moto è stato migliore in gara che non in prova, e per la seconda gara di domenica abbiamo deciso di provare alcune cose nuove. Ancora una volta ho fatto una partenza veloce ed ho potuto superare più di quindici piloti solo nel primo settore, ma dopo è stato difficile per me seguire il gruppo. Ho dato il mio massimo per tutta la gara ma ha finito in P22. Non sono molto contento perché è stato difficile trovare il miglior assetto, ma ora mi riposerò e mi concentrerò sul round di Magny-Cours, la mia gara di casa in Francia!”