Un weekend spagnolo consistente per Outdo TPR Team Pedercini Racing

 In Notizie

L’Outdo Team Pedercini Racing è tornato in azione nel round del FIM Superbike World Championship disputato questo fine settimana sul Circuit de Barcelona-Catalunya, con i suoi piloti Loris Cresson, Lachlan Epis e Johan Gimbert che si sono impegnati al massimo per tutto il fine settimana sia nel WorldSBK che nel WorldSSP300.

Il circuito di 4,67 Km che è stato aggiunto al calendario del Mondiale Superbike solo l’anno scorso è sempre teatro di grandi gare e in questa stagione non ha fatto eccezione.

Il giovanissimo Johan Gimbert sabato ha disputato una gara spettacolare. Partito dalla 27ma posizione in griglia, il pilota francese ha concluso con un’impressionante 12mo posto, conquistando quindi quattro punti mondiali. Domenica ha invece concluso in P23.

Nel WorldSBK sia Loris Cresson che il debuttante nella categoria Lachlan Epis si sono costantemente migliorati nel corso dell’intero weekend. Cresson ha ottenuto il miglior risultato con il 14° posto nella Superpole race di domenica mattina, mentre Epis che ha a sua volta ottenuto il suo miglior risultato del weekend nella stessa gara – ha concluso 18°.

Il team ora resterà in Spagna e non avrà la possibilità di riposarsi, in quanto il prossimo round si disputerà a Jerez già nel prossimo fine settimana.

Johan Gimbert:
“In qualifica sono caduto e questo mi ha fatto partire dietro in gara, ma in Gara1 sono riuscito a fare una buona partenza. Ho commesso qualche errore ma poi ho trovato il giusto feeling. Ero vicino alla top ten ed ho perso un po’ di tempo a causa di un contatto con un altro pilota. Domenica ho dato ancora il massimo ed è stata una gara davvero dura. Ero in gruppo formato da più di venti piloti. Nel complesso è stato un buon fine settimana e sono pronto per Jerez.”

Loris Cresson:
“Sono riuscito a migliorare nonostante un errore commesso nel mio giro veloce in qualifica. Per Gara 1 è arrivata la pioggia ma nelle prime fasi siamo riusciti a lottare con gli altri piloti. Verso la fine della gara la mia gomma è andata distrutta, ma è stata una bella esperienza correre sul bagnato. La gara della Superpole è andata abbastanza bene e ci siamo migliorati molto. Ero fiducioso per Gara 2, ma abbiamo subito un calo con la gomma ed abbiamo perso molto tempo. Poi abbiamo avuto un problema con il controllo di trazione e mi sono dovuto ritirare. Di certo questo non è il risultato che volevamo o che meritavamo, ma potremo rifarci già tra una settimana a Jerez.”

Lachlan Epis:
“In primo luogo voglio chiedere scusa ad Alex (Lowes). Quando all’inizio di Gara2 Jonas (Folger) ha deciso da che parte andare, era ormai troppo tardi per me per riuscire ad evitarlo. A parte questo è stato un weekend molto impegnativo. Non salivo in moto da giugno in Australia, ed avevo molte cose nuove da imparare. Gara 1 è stata bagnata, ed era la prima volta che guidavo la Kawasaki in queste condizioni. Non avevo la confidenza necessaria per poter spingere come avrei voluto, ma l’abbiamo portata a casa tutta intera e questo era l’obiettivo primario. In Superpole Race mi sono sentito abbastanza a mio agio e sono contento del miglioramento che abbiamo fatto. Ho provato a ripartire in Gara 2 dopo l’incidente iniziale, ma ho dovuto indossare un set di tute di Loris, il che è stato un poco strano per me. Lui è molto più piccolo di me e alla fine è stato impossibile per me guidare indossando la sua tuta. Nel complesso, sono soddisfatto del mio fine settimana e non vedo l’ora di tornare a correre venerdì a Jerez.”