Un infortunio costringe Loris Cresson a rinunciare al round finale in Indonesia

 In Notizie

Outdo TPR Team Pedercini deve purtroppo annunciare che Loris Cresson non gareggerà nel round finale del WorldSBK al Mandalika Street Circuit in Indonesia, dopo essere stato dichiarato non idoneo dal punto di vista medico.

Il giovane pilota belga, insieme alla squadra, aveva sperato in un ritorno in gara dopo l’infortunio subito nel round portoghese, quando è stato portato fuori pista da un altro pilota.

Assente in Argentina, Loris è tornato in palestra la scorsa settimana sottoponendosi ad un allenamento fisico leggero ed ha fatto tutto il possibile per poter disputare il round finale del Campionato Mondiale FIM Superbike 2021. Purtroppo il pilota con il numero 84 ha iniziato a soffrire mano a mano che intensificava il proprio lavoro in palestra, non lasciando quindi ai medici altra possibilità se non quella di proibirgli di correre.

Outdo TPR Team Pedercini formula i migliori auguri a Loris e non vede l’ora di rivederlo in pista quando inizieranno i test per la stagione 2022, si spera prima di Natale.

Loris Cresson:
“Perdere l’ultima gara in Indonesia dopo essere stato costretto a saltare l’Argentina è davvero molto difficile per me. Ero fiducioso per il controllo medico finale, soprattutto dopo aver iniziato ad allenarmi anche se in modo molto cauto. Quando ho iniziato a spingere di più, ho iniziato ad avvertire molto dolore. Una volta in moto posso immaginare che sarebbe stato ancora peggio di quanto provo ora quando son sottoposto ad un leggero stress e dopo aver consultato i miei medici ed aver parlato con il team medico del WorldSBK, la decisione giusta è stata quella di non andare a Lombok e di concentrarmi completamente sulla preparazione alla stagione 2022. Sono deluso perché la squadra ed io stavamo facendo dei buoni progressi. Mi dispiace per loro che si debba chiudere così la stagione. Il rischio in caso di caduta sarebbe stato alquanto pericoloso per il mio futuro e quindi rispetterò la decisione dei medici e non partirò. Voglio augurare il meglio all’Outdo TPR Team Pedercini per l’evento e a Dorna perché volevo davvero tornare nel WorldSBK in Indonesia.”

Lucio Pedercini:
“Innanzitutto voglio augurare a Loris una pronta guarigione. Questa è la cosa più importante. È un giovane pilota con un futuro brillante, e abbiamo bisogno che sia pronto per la nostra seconda stagione insieme nel 2022. D’altra parte sono rimasto sorpreso come Loris, nel sentire cosa hanno detto i medici, ma dopo aver valutato il certificato medico abbiamo capito che questa è la decisione giusta e che lui deve restare in Belgio. Abbiamo spedito tutto in Indonesia per correre con due moto ed tutto il team partirà nei prossimi giorni. Onestamente non so cosa possiamo fare essendo così vicino all’evento per trovare un sostituto, soprattutto con i protocolli in atto per viaggiare. Ancora una volta, tutto ciò che posso dire è che auguriamo un rapido recupero a Loris e che ci concentreremo sul supportare al meglioi Oliver Konig nell’ultimo round della stagione!”